400 g di bucatini, 800 g di sarde, 500 g di finocchietto selvatico, 1 cipolla, 2 cucchiai di pinoli, 2 cucchiai di uvetta, 3 acciughe salate, olio extravergine d’oliva, 1 bustina di zafferano, vino bianco secco, sale, pepe.

Lavate e pulite le sarde; apritele a libro e diliscatele; quindi, risciacquatele con cura e spezzettatele grossolanamente. Lavate il finocchietto, nettatelo eliminando i gambi più duri e lessatelo in acqua salata. Sgocciolatelo, tenendo da parte il liquido di cottura, e tritatelo finemente. Fate appassire un trito di cipolla, in un tegame, con mezzo bicchiere d’olio. Aggiungete le acciughe dissalate e diliscate e scioglietele nel condimento. Unite, quindi, i pinoli, il finocchietto, l’uvetta e le sarde e lasciate insaporire tutto mescolando. Bagnate con poco vino e aspettate che evapori; poi, versate 2 mestoli d’acqua di cottura della verdura, in cui avrete sciolto lo zafferano. Salate, pepate e cuocete dolcemente per circa 40 minuti, incorporando se necessario altro brodo di verdura. Lessate la pasta nel liquido tenuto da parte; scolatela al dente e conditela con il sugo preparato. Fate riposare per una decina di minuti, prima di servire.