Pasta con melanzane alla calabrese

400 g di pasta corta (penne rigate, rigatoni, ecc.)  350 g di polpa di pomodoro, 2 melanzane medie, mezza cipolla di Tropea tritata, farina q.b., olio per friggere, olio evo, basilico fresco, peperoncino fresco, ricotta affumicata grattugiata

Lavate e pulite le melanzane e tagliatele a cubetti. Mettetele in uno scolapasta, salatele e lasciatele per un paio d'ore, in modo tale che le melanzane tolgano la loro acqua amara di vegetazione. Trascorso questo tempo, infarinate i cubetti di melanzane e friggetele in abbondante olio caldo. Una volta dorate, lasciatele scolare su un piatto. Preparate il sugo facendo soffriggere la cipolla con 2 cucchiai d'olio, unite la polpa di pomodoro e fate cuocere per circa 20 minuti, unite poi le melanzane e continuate a cuocere il sugo a fuoco lento fino a che non si sarà addensato, unite le foglie di basilico e poco peperoncino; salate e pepate.
Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente e una volta al dente, conditela con il sugo di melanzane.
Servite con della ricotta affumicata grattugiata e foglie di basilico fresche.

Zeppole dolci calabresi

600 g di farina 00, 400 g di farina di semola rimacinata, 3 patate lessate e passate allo schiacciapatate, un cubetto di lievito fresco, sale, olio di semi per friggere, zucchero semolato.

Sciogliete il cubetto di lievito con due cucchiai di acqua tiepida in una ciotola capiente, mettete la farina, la purea di patata fredda, sale e una quantità d'acqua necessaria per ottenere un impasto morbido e consistente che non si appiccichi molto alle mani. Lasciate lievitare per circa un'ora. Dopo la lievitazione portate a temperatura molto calda l'olio per friggere, ungetevi le mani con olio e date una forma a ciambella alle zeppole.  Friggetele nell’olio bollente e una volta che sono pronte, giratele nello zucchero semolato. Si servono calde e sono una vera golosità.

400 g di spaghetti, 400 g pomodori pelati, 80 g di olive nere snocciolate, 1 cucchiaio capperi dissalati, olio di oliva, 1 spicchio di aglio, 1 ciuffo di prezzemolo tritato, alcune foglie di basilico, sale, pepe.

In una capiente padella scaldate 4 cucchiai di olio e quando è caldo, aggiungete l'aglio schiacciato con una cucchiaiata di prezzemolo tritato. Prima che l’aglio scurisca, toglietelo, aggiungete i pelati, salate, pepate e, mescolando spesso, fate cuocere per circa 20 minuti. Lessate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolatela al dente e fatela saltare per qualche minuto in padella con la salsa di pomodoro a cui avete aggiunto le olive, i capperi e le foglie di basilico e prezzemolo spezzettate. Servite subito con il pecorino grattugiato.

Baccalà alla catanzarese

600 gr di baccalà ammollato, 100 gr di concentrato di pomodoro, mezzo litro di passata di pomodoro, mezza cipolla rossa di Tropea, un mazzetto di origano, 2 foglie di alloro, olio extravergine di oliva, sale, peperoncino piccante.

Dopo aver sbollentato il baccalà per pochissimi minuti, togliete pelle e lische, riducetelo in pezzi non troppo piccoli e tenetelo da parte. In una padella fate soffriggere la cipolla tritata sottile con dell'olio e tuffateci il baccalà, rosolate mescolando e aggiungete il concentrato di pomodoro, la passata e un abbondante bicchiere di acqua. Insaporite con le foglie di alloro e il peperoncino e profumate immergendo un rametto di origano nella salsa. Lasciate cuocere per altre due ore durante le quali aggiusterete di sale e aggiungerete ancora dell'acqua se necessario. Servite caldo.