Pasta ca' frittedda Stampa
ricette - Ricette tipiche siciliane

Pasta ca' frittedda

Gr. 300 di pasta corta, gr. 700 di piselli freschi, gr. 800 di fave fresche, 4 carciofi, 1 cipolla, olio extravergine di oliva, il succo di un limone, sale, pepe, gr. 70 di formaggio pecorino grattugiato.


Pulite i carciofi, eliminate i gambi e le foglie esterne più dure e le sommità spinose. Divideteli a metà nel senso della lunghezza, togliete la barba centrale e tagliateli a spicchi sottili. Metteteli, a questo punto, per qualche minuto, a bagno di acqua e limone per non farli annerire.
Sgranate i piselli e le fave, togliendo a queste ultime anche la pellicina che le riveste.
Pelate e affettate finemente la cipolla, mettetela in un tegame con 4 cucchiai di olio e fatela appassire a fuoco basso. Unite alla cipolla appassita i carciofi, i piselli e le fave e cuocete, sempre a fuoco basso, mescolando spesso, fino a quando saranno teneri. Salate e pepate.
Lessate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolate al dente e versatela nel tegame con le verdure. Mescolate con cura, cospargete con il formaggio pecorino grattugiato e servite.