Soppressata calabra Stampa
Salumi italiani

Soppressata calabra

Le carni si ricavano da suini allevati in Calabria, e spesso anche il peperoncino utilizzato viene coltivato dagli stessi produttori.
I tagli del prosciutto e della spalla forniscono la componente magra, mentre il grasso proviene dalla parte del lombo che risulta vicina al capocollo. Il procedimento è simile a quello della Salsiccia di Calabria, ma le carni vengono macinate in maniera appena più grossolana. La parte grassa è pari al 12-15% del totale. Dopo l'inserimento nel budello, le soprassate vengono legate a mano e fatte stagionare per almeno un mese e mezzo, meglio se prolungato a tre.