Spaghetti alle vongole Stampa
I classici della cucina regionale italiana

Spaghetti alle vongole

 

 

Vongole kg 1,500, spaghetti g 350, aglio, prezzemolo, olio d'oliva, vino bianco secco, sale e pepe.


Lasciate spurgare per qualche ora le vongole in acqua fresca, che cambierete più volte, per eliminare la sabbia contenuta nei molluschi. Scolatele e fatele aprire in una larga padella con 2 cucchiaiate d'olio e uno spicchio d'aglio schiacciato. Non appena si saranno aperte, toglietele dal fuoco ed eliminate quelle che fossero rimaste chiuse. Filtrate l'acqua che i molluschi avranno emesso aprendosi e passatela attraverso un colino fittissimo, raccogliendola in un recipiente. Fate scaldare in una padella mezzo bicchiere d'olio e mettetevi due spicchi d'aglio che toglierete appena avranno preso un po' di colore. Unitevi due dita di vino bianco, l'acqua delle vongole e fate prendere il bollore; salate, pepate e insaporite per pochi istanti in questo fondo i molluschi con i gusci (o senza, a piacere), aggiungendo alla fine anche abbondante prezzemolo tritato. Cuocete intanto gli spaghetti, scolateli al dente e fateli saltare nella padella con le vongole.