Rigatoni alla silana Stampa
I classici della cucina regionale italiana

Gr 400 di rigatoni, gr 500 di pomodori pelati, una cipolla, due spicchi d'aglio, 1 mazzetto di prezzemolo tritato, un ciuffo di basilico, gr 150 di prosciutto crudo, gr 150 di salsiccia secca, gr 100 di guanciale, gr 20 di funghi porcini secchi, un peperoncino piccante, gr 50 di burro, gr 100 di caciocavallo fresco, gr 70 di pecorino grattugiato, olio extravergine d'oliva, sale, pepe.

Mettete insieme in un tegame, possibilmente di terracotta, i pomodori spezzettati, la cipolla, l'aglio e il prezzemolo tritati, il basilico spezzettato, il prosciutto a dadini, la salsiccia a fettine, il guanciale a listarelle, i funghi, prima ammollati e strizzati e tagliati a pezzetti, mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva e il peperoncino spezzettato. Ponete il recipiente sul fuoco e lasciate cuocere lentamente per un paio di ore, aggiungendo di tanto in tanto un poco d'acqua calda se il sugo va asciugandosi e aggiustando di sale verso fine cottura. Lessate la pasta in abbondante acqua leggermente salata, scolatela molto al dente, versatela nel tegame contenente il sugo e mescolate per bene. Dopo che la pasta sarà ben condita, versatela in una teglia, cospargetela di formaggio pecorino grattugiato, fiocchetti di burro, pezzetti di caciocavallo fresco e una spolverata di pepe e ponetela sul fuoco a fiamma molto bassa affinché si sciolgano bene i formaggi. Quando tutto si sarà ben amalgamato, versate la pasta nel piatto da portata e servitela ben calda.