Gnocco fritto Stampa
Ricette tipiche regionali - Emilia Romagna

Gnocco fritto

Gr 500 di farina, gr 70 di strutto, gr 12 di lievito di birra, 1 cucchiaino di zucchero, 180 ml di acqua, gr 10 di sale.

Sbriciolate in una ciotola il lievito di birra, unite lo zucchero, 50 ml di acqua tiepida e fate sciogliere bene il lievito mescolando con un cucchiaino; quindi, unite 2 cucchiai di farina e formate una pastella molto morbida, che lascerete riposare per circa mezz'ora. Trascorso questo tempo, versate la restante farina in una ciotola abbastanza capiente, unite la pastella preparata, aggiungete lo strutto, 125 ml di acqua tiepida in cui avrete prima sciolto il sale e cominciate a impastare. Quando il liquido sarà stato interamente incorporato alla farina, trasferite l'impasto su un piano di lavoro infarinato e lavoratelo, a mano, fino a quando sarà diventato liscio e omogeneo. A questo punto, formate con l'impasto ottenuto una palla, incidetela a croce, mettetela in una ciotola che avrete prima spolverizzato con la farina, chiudete la ciotola con pellicola trasparente, e lasciate lievitare per circa 4 ore in un ambiente tiepido, fino a quando l'impasto avrà circa triplicato il suo volume. Trascorso questo tempo, riprendete l'impasto, lavoratelo su un piano infarinato, stendetelo in una sfoglia dello spessore di circa 3 mm e con un taglierino con la lama liscia ricavate dei rombi di 8-10 cm di lato. Preparate quindi una pentola, con abbondante olio di oliva, fatelo riscaldare per bene, immergete pochi gnocchi per volta, fateli friggere, scolateli con una schiumarola e metteteli ad asciugare su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Servite lo gnocco fritto ancora caldo accompagnandolo con un bel tagliere di salumi misti e formaggio