Maritozzi alla romana Stampa
Ricette tipiche regionali - Lazio

Maritozzi alla romana

Gr 200 di farina, gr 20 di lievito di birra, 1 uovo, gr 50 di burro, gr 100 di uva passa, gr 20 di pinoli, gr 30 di scorza d’arancia candita, zucchero, sale.

Stemperate il lievito di birra in poca acqua tie­pida, quindi versatelo nella ciotola dell'impa­statrice insieme con la farina, l'uovo, il burro, 2 cucchiai di zucchero e un pizzico di sale. Lavorate con la fru­sta a gancio fino a ottenere una pasta liscia e omogenea. (in alternativa potete fare l’impasto a mano) Formate una palla, copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare per almeno 3 ore, o fino a che non avrà raddoppiato il proprio volume. Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l'impasto e incorporatevi l'uva passa, in precedenza ammorbidita in acqua tiepida e strizzata, i pinoli e i canditi. Dividete l'impasto in modo da ottenere 12 pagnottelle di forma ovale, disponetele su una placca foderata di carta da forno, distanziandole bene tra di loro, e schiacciatele leggermente con il palmo della mano. Lasciate lievitare i maritozzi per altre 2 ore, quindi cuoceteli in forno già caldo a 250° per circa 7 minuti; dovranno essere gonfi, morbidi e dorati. Nel frattempo, fate sciogliere un cuc­chiaio di zucchero in poca acqua. Sfornate i maritozzi, pennel­lateli con lo sciroppo di zucchero e ripassateli nel forno spento, ma ancora caldo per 2 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di servire.


Tradizionale dolce della colazione romana, i maritozzi si possono gustare farciti con uno spesso strato di panna montata.