Petza imbinada Stampa
Ricette tipiche regionali - Sardegna

Petza imbinada
(carne al vino) 

 

1 kg. di polpa di manzo o di maiale, 2 spicchi d’aglio, 1 foglia di alloro, 2 bacche di ginepro, 1 rametto di timo, 1 rametto di rosmarino, 1 cucchiaino di origano, vino rosso q.b.,1 cipolla,  olio extravergine di oliva, sale, pepe.

 

Tagliate a pezzi, come fate per lo spezzatino, la carne, mettetela in una capiente ciotola e copritela con il  vino rosso in cui avrete aggiunto: uno spicchio d’aglio,  l’alloro, le bacche di ginepro, il timo, il  rosmarino e l’origano.
Lasciate la carne completamente immersa in questa marinata, per un giorno e una notte, in un luogo fresco. Durante questa  marinatura, controllare il livello del vino, ed eventualmente rabboccate in modo da tenere sempre la carne coperta dal liquido. 
Trascorso questo tempo, togliete la carne dal vino e asciugatela con un panno da cucina ben pulito. Filtrate la marinata e mettetela da parte.
In un tegame, con quattro cucchiai di olio, fate leggermente soffriggere  una cipolla e uno spicchio d’aglio tritati finemente, unite la carne e fatela ben rosolare; quindi, bagnate con qualche mestolo della marinata, salate, pepate e portate a cottura, a fuoco moderato e a tegame semicoperto. Durante la cottura, se necessario, bagnate con altra marinata.  A cottura ultimata, se il sugo dovesse essere molto liquido, potete ridurlo, eventualmente, aggiungendo un cucchiaino di farina o di fecola di patata, lasciate restringere e servite ben caldo.

 


carne di manzo